SITO IN MANUTENZIONE restyling in corso

giovedì 16 maggio 2013

Braccia strappate all'agricoltura

Un  sentito consiglio.
Non vi hanno mai definito "Braccia strappate all'agricoltura"? 
Oggi in tanti praticano un lavoro che potrebbe apparire leggero, o addirittura "inutile" all'interno di una società produttiva.
Suvvia, parliamoci chiaro, esistono mestieri che non sono lontanamente paragonabili a quelli del muratore, del minatore, dell'operaio e dell'agricoltore.
Ad esempio, l'opinionista televisivo, l'economista, il blogger, il fumettista, il designer, lo scrittore, il deejay. E quanti ce ne sono!
Ma la cosa peggiore è che per raggiungere una certa qualifica per svolgerli magari ci vogliono anni di studio.
Pazienza per i fumettisti, che al peggio possono passare tre anni in una scuola di fumetto, e sono coscienti della situazione di un mercato saturo nel quale ogni anno almeno 1500 aspiranti fumettisti cercano di entrare. 
Però problemi del genere oramai si riscontrano anche con professioni un tempo valide e considerate. Una su tutte: l'architetto! Cinque anni di studio universitario (per niente soft) per trovarsi in Italia con un numero di architetti (156 000 circa) superiore a quello di Inghilterra, Francia, Spagna e Germania messe assieme!

La riflessione tra gli studenti, dopo anni passati a studiare e rompersi la testa tra esami e lezioni...per poi affrontare una allegra vita da disoccupati, è valida: ma chi ce lo fa fare? 

Se lo sono chiesti anche gli autori della pagina facebook Feudalesimo e Libertà:


Ma anche gli amici di "Maledire il giorno in cui mi sono iscritto all'università "(che hanno una cartella dedicata ai miei lavori) si danno la stessa risposta: forse era meglio trovarsi un lavoro vero.
Related Posts with Thumbnails